Circeo, tassa di soggiorno, previsti più incassi per il 2020

San Felice Circeo – Sono diecimila euro in più rispetto al 2019, anche perché l’applicazione, quest’anno, sarà da marzo a ottobre.

Dopo la “sperimentazione” del 2019, anno della sua introduzione, la tassa di soggiorno a San Felice Circeo è ormai entrata a regime e per l’anno in corso si prevedono incassi superiori.

Il gettito è stato stimato in 60.000 euro, come si legge in una delibera approvata a dicembre dalla Giunta, propedeutica al bilancio di previsione e al documento unico di programmazione 2020-2022.

Le tariffe sono invece rimaste invariate: si va da un euro a due euro, per persona, per pernottamento, in base a quanto previsto dal regolamento approvato dal Consiglio comunale a marzo 2019.

Gli incassi, in questo 2020, potrebbero essere anche superiori rispetto alle previsioni.

Già lo scorso anno, infatti, il Comune ha stimato introiti maggiori derivanti anche dalle sanzioni scattate per chi si è “dimenticato” di pagare o nei confronti di quelle attività rispetto alle quali sono state rilevate alcune irregolarità, l’attività di controllo e accertamento prosegue.

Condividi!