10 consigli per un Natale sostenibile

Con idee fantasiose e originali si riesce a preservare lo spirito natalizio e a proteggere il nostro pianeta.

Ecco 10 pratici consigli per rendere il Natale più sostenibile, sperando che i comportamenti virtuosi si protraggano per il nuovo anno.

1 Usare un albero ecologico e addobbalo con creatività: evitiamo l’abete vero e addobbiamolo in maniera creativa, con oggetti fatti a mano o naturali.

2Pranzi e cene senza spreco: Facciamo la spesa con attenzione, non badiamo alla quantità, ma alla provenienza e alla qualità del prodotto.

3Stop alle stoviglie usa e getta: Se proprio si è in tanti e non si ha voglia di lavare, si può optare per le stoviglie in bioplastica, carta o bambù, che possono essere smaltiti (anche sporchi) con gli scarti alimentari.

4Gustiamoci un caffè con la vecchia Moka: evitiamo le capsule o cialde monouso, le capsule di alluminio o di plastica, vanno assolutamente evitate, poiché sono tossiche e inquinanti.

5 Shopping nei negozi della nostra città: acquistando dal web favoriamo un certo tipo di commercio che con la sostenibilità non ha nulla a che vedere, il natale può essere il momento giusto per scoprire o riscoprire, il negozio di fiducia nella propria zona.

6No ai regali inutili: se si vuole regalare un oggetto, meglio optare per un prodotto artigianale del commercio equo e solidale.

7Scarta la plastica: perché sprecare carta e nastri per incartare i regali? Scegliamo invece rafia, corda e bastoncini di spezie, per abbellire il nostro regalo e impacchettiamolo con carta di recupero.

8Cenone a basso impatto ambientale: riduciamo il consumo di carne, scegliendola se non se ne può fare a meno, da allevamenti ecologici, consumiamo il pesce giusto, evitando merluzzo, salmone, gamberi, tonno rosso e pesce spada.

9Giocattoli ecologici: per i bambini riduciamo i giocattoli in plastica, viene usato pochissimo dal, bambino e spesso è destinato alla discarica, anche in questo caso la scelta di giochi sostenibili è infinita.

10Riscopriamo il concetto di comunità: per cambiare il mondo con i fatti e non con le parole dobbiamo cominciare a cambiare noi stessi e i nostri comportamenti quotidiani, quando si tratta di rivedere le proprie abitudini il cambiamento risulta difficile, d’altronde “o è Natale tutti i giorni o non lo è mai”.

Condividi!