Cosa sono le Startup innovative e quali sono i requisiti per diventarlo

A cura di: Avv. Romolo Fondi – https://www.studiolegalefondi.it/

L’Italia attualmente offre la fiscalità per l’innovazione più vantaggiosa al mondo (Digital Tax Index 2018); la legge 221/2012 di conversione del “Decreto Crescita 2.0” stabilisce una normativa specifica per regolamentare e incentivare la creazione di Startup innovative, le quali devono presentare specifici requisiti di seguito verranno sinteticamente indicati, ai quali conseguono una serie di importanti benefici sia dal punto di vista burocratico che fiscale. 
Quali sono i requisiti e i vantaggi per registrarsi alla Camera di Commercio come Start Up Innovativa.

Le Startup innovative sono società di capitali costituite, anche in forma cooperativa, in Italia o in un altro Paese dell’UE, che abbiano però una sede produttiva o una filiale in Italia e come oggetto sociale esclusivo o prevalente: lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

Gli altri requisiti fondamentali per essere una startup innovativa sono principalmente cinque:

  1. É costituita da non più di 60 mesi dalla data di presentazione della domanda. Ciò significa che, dopo 5 anni, non si è più una startup innovativa.
  2. A partire dal secondo anno di attività come startup innovativa, il totale del valore della produzione annua non è superiore a 5 milioni di euro 
  3. Non distribuisce e non ha distribuito utili.
  4. Non nasce da fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda.
  5. Il contenuto innovativo della startup sia identificato da almeno uno di questi tre elementi:
  • le spese in ricerca e sviluppo sono uguali o superiori al 15% del maggiore valore fra costo e valore totale della produzione della startup innovativa. Da questa categoria di spese, sono escluse quelle per l’acquisto e la locazione di beni immobili mentre sono da considerarsi tali le spese legate allo sviluppo precompetitivo e competitivo (per esempio, sperimentazione, prototipazione e sviluppo del business plan), quelle relative ai servizi di incubazione forniti da incubatori certificati, i costi lordi di personale interno e consulenti, le spese legali sulla proprietà intellettuale.
  • Il team è formato per almeno 1/3 da dottori di ricerca o dottorandi di università italiane o straniere, oppure laureati che, da almeno tre anni, sono impegnati in attività di ricerca certificata presso istituti di ricerca pubblici o privati con sede in Italia o all’estero; oppure per almeno 2/3 da soci o collaboratori che hanno conseguito una laurea magistrale.
  • È titolare, depositaria o licenziataria di un brevetto registrato (privativa industriale) oppure titolare dei diritti relativi ad un “programma per elaboratore originario” (software) registrato presso il Registro pubblico speciale per i programmi per elaboratore (SIAE), che siano direttamente connessi all’oggetto sociale e all’attività d’impresa.

Agevolazioni fiscali e burocratiche previste per le Start Up Innovative: 
Atto costitutivo guidato, autenticato con firma digitale e accesso immediato alla sezione speciale del Registro delle Imprese mediante autocertificazione trasmessa online; è altresì possibile costituire o modificare una startup innovativa in forma di s.r.l. con una nuova procedura online, grazie alla firma digitale, totalmente disintermediata (alternativa all’atto notarile) e senza costi d’utilizzo 

  • Assistenza tecnica gratuita degli uffici AQI delle Camere di Commercio
  • Esonero dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria per l’iscrizione alla sezione speciale del Registro e del diritto annuale dovuto alla Cciaa;
  • Creazione di categorie di quote dotate di particolari diritti (quote con diritti di voto non proporzionali alla partecipazione al capitale), possibilità di effettuare operazioni sulle quote, possibilità di emettere strumenti finanziari partecipativi, possibilità di offrire al pubblico di quote di capitale
  • Proroga del termine per la copertura delle perdite: In caso di perdite sistematiche, la startup innovativa gode di una moratoria di un anno per il ripianamento delle perdite superiori a 1/3 (termine posticipato al 2° esercizio successivo)
  • Non applicazione della disciplina delle società di comodo e in perdita sistematica: la Start Up innovativa non è tenuta a effettuare il test di operatività per verificare lo status di società non operativa
  • Esenzione dall’obbligo di apporre il visto di conformità per la compensazione orizzontale di crediti IVA fino a un massimo di 50.000 € 
  • Deroghe alla disciplina dei contratti a tempo determinato
  • a) nessun limite al numero di rinnovi e proroghe (max 24 mesi in tutto)
  • b) nessun rapporto minimo tra contratti a tempo determinato e indeterminato (startup con più di 5 dipendenti) •
  • c) possibilità per le parti di stabilire in totale autonomia le componenti fisse e variabili della retribuzione. • 
  • d) remunerazione dei collaboratori attraverso piani di incentivazione in equity, possibilità di remunerare lavoratori e consulenti esterni con stock option e work for equity che non rientrano nel reddito imponibile (tassate come capital gain)
  • Introduzione del crowdfunding per la raccolta di capitali e accesso semplificato, diretto e gratuito al Fondo Centrale di Garanzia (la garanzia copre fino all’80% del credito erogato dalla banca alle startup innovative e agli incubatori certificati, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro);
  • Incentivi fiscali per chi investe nella startup innovativa: per le persone fisiche consiste in una detrazione dall’IRPEF pari al 30%, per le persone giuridiche in una deduzione dal reddito ai fini IRES del 30%
  • Supporto dell’Ice nei percorsi di internazionalizzazione, attraverso assistenza in ambito normativo e fiscale e l’offerta di opportunità di partecipazione a fiere ed eventi di matching con potenziali investitori accesso alla “Carta Servizi Startup”, che dà diritto a uno sconto del 30% sulle tariffe dei seguenti servizi di assistenza erogati dall’ICE: assistenza in materia normativa, societaria, fiscale, immobiliare, contrattualistica e creditizia, accompagnamento a titolo gratuito o a condizioni agevolate a manifestazioni internazionali selezionate, attività per favorire incontro con potenziali investitori.

Condividi!