Perché lo sbadiglio è contagioso?

Sbadigliare è un comportamento fisiologico umano che sembra del tutto normale perché tutti sbadigliano. Magari perché si ha sonno, magari perché ci si sta annoiando, oppure perché qualcuno vicino a noi sbadiglia, fatto sta che è un gesto estremamente diffuso e che caratterizza gli esseri umani.

C’è un sacco di gente che osserva inorridita quando qualcuno sbadiglia, come se avesse ucciso qualcuno, ma in realtà è assolutamente normale farlo, e nemmeno tanto scostumato.

Non è colpa di nessuno se si sbadiglia, anzi secondo gli scienziati lo sbadiglio potrebbe essere causato da una fame eccessiva oppure dal fatto che state morendo di sonno e l’unica cosa che volete fare è andare a mettere la testa sul cuscino e “schiacciare un pisolino”. Sì, ogni tanto ci vuole un po’ di sonno.

Ma non finisce qui. Infatti, secondo una ricerca apparsa recentemente sulla famosa rivista scientifica Focus, lo sbadiglio sarebbe contagioso. Ma perché sarebbe contagioso?  Cos’è in realtà e come si forma lo sbadiglio?

Lo sbadiglio non è nient’altro che un meccanismo fisiologico umano che agisce quando il vostro organismo è in deficit di ossigeno. Per recuperare l’ossigeno mancante il vostro corpo non fa altro che un respiro molto profondo che ricompensa la perdita e torna al punto iniziale di equilibrio.

Perché sarebbe contagioso? Ebbene, lo sbadiglio è contagioso soprattutto la sera sia perché si è molto stanchi sia perché se c’è carenza di ossigeno in una stanza. A quel punto sbadigliare è quasi un obbligo.

Non è vero che sbadigliare è un semplice segnale di noia, come in tanti staranno pensando in questo momento. A dirlo sono gli scienziati e contro la scienza non si discute

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *