GOOGLE ASSISTANT DIVENTERÀ UN ROBOT PER ASSISTERCI IN CASA?

Google Assistant è oggi molto utilizzato sia nei nostri smartphone che nei Google Home.

Patently Mobile ha scoperto infatti un documento in cui si mostra e si descrive in dettaglio il funzionamento della macchina. Secondo Google, i sistemi robotici diventeranno sempre più importanti nella quotidianità dei consumatori. Col tempo si richiederanno funzioni sempre più avanzate, tra cui la possibilità di muoversi autonomamente, analizzare l’ambiente e interagire con esso.

Google immagina nel documento diversi possibili scenari. L’analisi dello spazio ad esempio potrebbe avvenire con l’ausilio di un radar basato su antenne.

Qualora il robot incontrasse un oggetto sul proprio percorso dovrebbe fermarsi o analizzare l’ambiente per cercare una strada alternativa.
Il radar sarebbe fondamentale anche per la manipolazione e lo spostamento degli oggetti. La macchina dovrebbe infatti creare una previsione volumetrica dei propri movimenti, identificando in anticipo eventuali ostacoli e spostandosi di conseguenza.

Negli scenari ipotetici presentati nel documento, il robot potrebbe avere una forma umanoide, quadrupede o altro ancora. Si prevede la possibilità che operi in maniera autonoma o semi-autonoma, in base anche alle capacità di spostamento.

Una delle figure mostra un braccio robotico dotato di antenne per l’identificazione di oggetti nello spazio operativo. Questo modello avrebbe dei sensori di profondità, necessari per stabilire inclinazione e spostamento delle diverse parti mobili.

Il brevetto è stato depositato da Google nell’ultimo trimestre del 2015. Da allora l’azienda ha continuato ad investire parecchio nella robotica, che sembra destinata a far parte delle nostre vite, prima o poi.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *